Centrifugati: come depurarsi per riacquistare il peso forma

 centrifugati

Cosa c’è di meglio di un centrifugato per depurare l’organismo dopo le vacanze natalizie?

I cosiddetti succhi “verdi” non sono solamente utili a chi vuole perdere peso, ma anche a chi desidera aiutare il proprio corpo a liberarsi delle tossine e per arricchire la propria alimentazione di vitamine e sali minerali. Infatti sono facili e veloci da preparare ed hanno il prezioso vantaggio di rendere subito disponibile le vitamine al nostro organismo senza affaticare l’apparato digerente. Si prestano pertanto ad essere una valida alternativa ai succhi di frutta confezionati e ad altre bevande zuccherate che troviamo al supermercato. Sono infatti in grado di arricchire di sostanze preziose il nostro organismo e si accompagnano bene a qualsiasi tipo di alimentazione. Nonostante solitamente si approfitti della primavera e dell’estate – e della loro abbondanza di frutta e verdura fresca – per preparare queste bibite, il periodo migliore rimane l’inverno per depurarci, appunto, dalle tossine messe in circolo dalle abbuffate delle festività natalizie.

Oggi vi consigliamo 5 tipi di centrifugati da preparare in casa:

1) Centrifugato di prezzemolo e carote

Per prepararlo è sufficiente avere in casa un bel mazzo di prezzemolo fresco, un paio di carote, una mela e un gambo di sedano. Mentre da una parte il prezzemolo aiuta l’organismo a recuperare le energie e a liberarsi delle tossine accumulate, la clorofilla contenuta contribuisce a ri-ossigenare il sangue. Altamente ricco di vitamina C, ferro, potassio e calcio è la bevanda ideale per una dieta detox. 

2) Centrifugato di sedano e carote

In questo caso avremmo bisogno di almeno tre gambi di sedano, un cetriolo, una mela, qualche foglia di spinaci e per finire un rametto di prezzemolo. A piacimento potrete sostituire la mela con la pera, in base ai vostri gusti o al cibo che avete a disposizione in casa.

 3) Centrifugato di kiwi e arance

Bastano solo tre kiwi e due arance per preparare questo centrifugato ad alta concentrazione di vitamina C. Questa bevanda vi aiuterà a fare scorta di potassio e vitamina K. Particolarmente utile per la riduzione del colesterolo, per incrementare l’assorbimento del ferro e per depurare l’organismo.

4) Centrifugato di mela e pomodoro

Usate una mela, un pomodoro e un cetriolo per creare questo centrifugato estremamente fresco (forse più adatto al periodo estivo): risulterà molto utile per la sua azione disintossicante.

5) Centrifugato di mela e carota

Per quest’ultimo saranno sufficienti un paio di carote e una mela (a piacimento potrete aggiungere una gamba e qualche fogliolina di sedano). In questo caso alle proprietà benefiche di mela e carote, entrambe ricche di vitamine, viene aggiunta l’azione disintossicante del sedano. 

Focaccine ripiene con zucchine, feta e zenzero

Avete mai pensato di preparare degli sfiziosi antipasti da servire durante un aperitivo?

Oggi vi proponiamo delle focaccine ripiene di zucchine con feta e radice di zenzero, per dagli un sentore di freschezza che le rende anche facili alleate per accompagnare una qualche portata.

focaccine-zenzero-zucchine

Ecco quindi cosa vi servirà:

• 3 zucchine

• 100 g di feta

• qualche fettina di radice di zenzero

• 1 confezione di pasta per la pizza

• un pizzico di peperoncino

• cipolla

• olio

• sale

Preparazione:

Dopo aver tagliato a rondelle le zucchine, fate soffriggere la cipolla con un po’ d’olio. In un secondo momento aggiungete le zucchine e lasciatele cuocere. A fine cottura aggiungeteci lo zenzero a scaglie, sale e pepe.

A parte stendete l’impasto per la pizza e con un tagliapasta ricavatene dei dischetti di circa 8-10 cm di diametro. Sopra ogni dischetto adagiate un cucchiaio di zucchine e delle scaglie di feta e richiudete il tutto con un altro disco di pasta facendo attenzione a sigillare bene i margini.

Spennellate le focaccine con abbondante olio e il pizzico di peperoncino.

Infornate a 180° per circa 10min.

Le focaccine saranno più buone se servite calde o tiepide: buon appetito!

 

Prodotti senza glutine come e perché sono ottimi

pane-senza-glutine

L’unica cura per la celiachia è rappresentata da un’alimentazione priva di glutine, la proteina presente in moltissimi cereali, come l’avena e l’orzo.
I prodotti senza glutine sono realizzati per rispondere alle esigenze dei soggetti celiaci. I prodotti senza glutine si trovano con molta facilità in tutti i supermercati, oltre che nei negozi specifici che sono dislocati in tutte le regioni italiane.

Si tratta di cibi buonissimi che non contengono glutine e che soddisfano anche i palati più esigenti. I prodotti senza glutine comprendono pasta, pane, prodotti da forno, sostituti del pane, biscotti e mix di farine pronte all’uso ed indicate per preparazioni salate e dolci. Altri cibi privi di glutine sono i formaggi, freschi e stagionati, il latte, sia scremato che intero, e lo yogurt che però non deve essere arricchito con cereali contenenti il glutine.

Grazie alla grande varietà di prodotti senza glutine disponibile realizzare un menù completo, di stagione e gustoso è piuttosto semplice e veloce.
E’ possibile acquistare salumi, dolciumi, snack e numerosi piatti pronti; non mancano le bevande, come succhi di frutta, bibite gassate ed alcolici, per esempio la birra.
La categoria dei prodotti senza glutine include i surgelati, come per esempio la pizza, pratici e comodi da utilizzare.
Per riconoscere i prodotti senza glutine è indispensabile osservare l’etichetta, sulla quale deve essere riportatola scritta senza glutine o il simbolo della spiga sbarrata.
Una vasta gamma di prodotti senza glutine si può acquistare velocemente online, dove sono presenti numerosi siti internet ad hoc, nei quali si possono trovare anche informazioni e ricette dedicate.
Il numero di alimenti che non contengono glutine è piuttosto ampio e consente di avere un’alimentazione equilibrata e variegata. E’ importante sottolineare che il riso, il grano saraceno, le castagne ed i legumi non contengono glutine, al pari delle uova, della carne e del pesce. I prodotti senza glutine si possono ricavare utilizzando la tapioca, il sorgo e la soia che si può impiegare sia sotto forma di farina che di golosa bevanda.
Uno dei prodotti senza glutine più facile da cucinare e diffuso è, certamente, il mais dal quale si ottengono molte varietà di farina. La farina di mais fioretto, ossia quella più fine, è ideale per creme, torte e biscotti mentre la bramata è perfetta per la polenta, un piatto nutriente, poco costoso e facile da arricchire con gli ingredienti di stagione.
I prodotti senza glutine includono la verdura, la frutta e la frutta secca che si può trasformare in farina.

La torta, vera protagonista di ogni festa!

Sono tantissimi gli elementi fondamentali per l’ottima riuscita di una festa. Vi sono tante cose da dover curare: innanzitutto la location, poi abbiamo il catering, il cibo è sempre un elemento che mette tutti d’accordo e di buon umore. Poi ci siete voi, i festeggiati. Il padrone di casa ovviamente deve essere l’anima della festa, il che non vuol certo dire che deve necessariamente darsi a balli sfrenati con ogni singolo ospite. Ma vuol dire avere una buona attitudine per tutta la durata del party ed essere gentile e sorridente anche quando sarete stanchi.

torta-compleannoLa protagonista

Ma oltre a tutto questo vi è un altro elemento che ormai ha un posto d’onore in ogni party, qualsiasi sia l’evento che si sta celebrando: la torta!

Grazie allo sviluppo anche nel nostro paese del cake design, le normali torte sono praticamente bandite. Ormai tutto può essere fatto con la pasta di zucchero: ogni occasione può avere il suo simbolo. Palloncini e carrozzine per la nascita, costruzioni architettoniche per le lauree, borsette, computer, libri aperti, aerei e molto altro per una festa di lavoro.

Inoltre, sempre più spesso le torte vengono personalizzate, soprattutto quando si celebra il diciottesimo compleanno e le “costruzioni” rappresentano una passione del festeggiato come borsette e scarpe per una ragazza, oppure monumenti di una città lontana per la sua voglia di viaggiare, o ancora un pallone da basket per la sua passione sportiva.

Per più festeggiati insieme, le torte possono essere collegate e complementari: ad esempio, per due appassionati di calcio vengono realizzati porte e tacchetti; per due colleghi libri aperti magari con delle foto fra le pagine. Tutto può essere realizzato, basta scegliere il cake designer giusto. Per trovare quello più bravo nella vostra città potete cercare su internet, occhio anche ai gruppi si FB, sempre più spesso infatti chi vuole pubblicizzare qualcosa punta tutto sui social. E poi c’è il metodo più affidabile di tutto: il passaparola. Affidatevi ad un esperto per non rischiare di rovinare la serata. Il rischio non è solo quello di una torta esteticamente poco curata, ma che il sapore ne risenta perché nel prodotto finale la paste di zucchero sia troppo spessa e il dolce troppo .. dolce.

Se invece la vostra voglia di sperimentare è tanta e desiderate provare a realizzare una torta in pasta di zucchero, decorata in modo semplice e di effetto, magari per thè con le amiche o la merenda dei vostri figli, vi indichiamo una ricetta semplice e velocissima da realizzare:

Ingredienti:

  • 3 dischi di pan di spagna alti circa 2,5cm
  • Bagna per il pan di spagna (acqua, zucchero ad ebollizione in un pentolino con l’aggiunta di un liquore o di un liquido analcolico)
  • Crema per il ripieno (crema pasticcera, al cioccolato, panna montanta e frutta a pezzetti ad esempio) purchè sia compatta
  • Crema al burro per far aderire la pasta di zucchero sulla copertura
  • Panetti di pasta di zucchero già pronti e colorati

Procedimento

Una volta preparato il pan di spagna, dividerlo in 3 dischi uguali (così da far raggiungere un’altezza e una stabilità giusta alla torta). Bagnare con un pennello da cucina le basi per rendere morbido (senza eccedere) il pan di spagna. A questo punto stendere con una paletta il ripieno prescelto in quantità adeguata sugli strati e “montare la torta”. Coprire la struttura del dolce con la crema al burro e lasciare riposare in frigo per un paio di ore per far compattare il tutto. Cospargere il piano di lavoro con dello zucchero a velo e stendere con un piccolo mattarello la pasta di zucchero già pronta, ricoprire la torta facendo attenzione a farla aderire perfettamente e ritagliano quella in eccesso. Seguendo lo stesso procedimento di stesura della pasta di zucchero potrete ricavare le decorazioni con degli stampini di varie forme e colori, basterà attaccarle alla torta mettendo una punta di crema di burro.

Se decidete di acquistare questo genere di torte, è bene dirlo subito, sappiate che possono essere più costose rispetto a quelle classiche, ma possono essere regalate dai genitori, dai fratelli o ancora dagli amici in caso di feste particolari. Quello che è certo è che farete di sicuro un’ottima figura!

Pronti per condividere i riflettori con una super cake?

Ricetta per preparare i double chocolate cookies

Oggi vi consigliamo una ricetta per una merenda gustosa, ovvero i double chocolate cookies americani, a base di cioccolato fondente con gocce di cioccolato al latte.

cookies-1372607_960_720Li potrete preparare nella versione “double” o semplice, e inoltre possono essere arricchiti con svariati ingredienti, tra cui nocciole, noci, uvette, scaglie di cioccolato bianco o smarties.

Ingredienti (per 15 biscotti di circa 10 cm l’uno)

230 gr di cioccolato fondente

200 gr di cioccolato al latte

120 g di burro

140 g di farina

5 gr di lievito chimico in polvere per dolci

1 pizzico di sale

2 uova intere

1 tuorlo

150 g di zucchero

1 bacca di semi di vaniglia

Preparazione

Prima di tutto dovete sciogliere il cioccolato fondente (potete farlo o a bagnomaria o al microonde) e successivamente lasciatelo intiepidire. Nel frattempo potete tagliare a cubetti il burro, mentre in una ciotola unite lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia. Procedete a sbattere il tutto, unendo anche le uova, fino ad ottenere un composto cremoso e uniforme. Dopodiché potrete aggiungere anche il sale e il cioccolato fuso, la farina e il lievito precedentemente setacciati e per ultimo il cioccolato al latte ridotto a scaglie. Amalgamate tutti gli ingredienti e successivamente su una teglia disponete fino a sei cucchiaiate di composto ben distanziate tra loro e infornate nel forno ventilato preriscaldato a 180° per circa 20 minuti. Per rimuovere i biscotti usate una spatola e procedete in un secondo momento a terminare l’impasto. Per renderli ancora più golosi potrete cospargerli lievemente con dello zucchero a velo!

Buon Appetito!!

Chips di patate: ecco la ricetta

Vengono servite sempre con l’aperitivo e una tira l’altra: parliamo delle chips, le sottili sfoglie di patate fritte croccanti e saporite. Ideali anche come contorno e perfette come merenda: se invitate degli amici a casa vostra potrete ora fargli una bella sorpresa offrendo loro le chips fatte da voi, bastano pochissimi ingredienti!

chips

Ecco cosa vi serve per prepararle:

– 4 patate medie

– sale

– olio di arachidi q.b

Preparazione:
Per prima cosa lavate e asciugate le patate, poi procedere a tagliarle a fettine finissime (meno di 1 mm) ma SENZA SBUCCIARLE. Dopodiché tamponate le fettine una ad una per asciugarle dalla loro acqua. Ora apprestatevi alla cottura: versate l’olio in abbondanza in una padella antiaderente e, quando sarà bello caldo, immergete poco per volta le fettine di patate: non appena avranno finito di sfrigolare e si saranno dorate, toglietele con una schiumarola facendole scolare e adagiatele su di un vassoio coperto da carta assorbente disponendole ben sparpagliate in modo che non si sovrappongano. Potrete salarle a vostro piacimento. Le chips di patate dovranno essere molto croccanti, altrimenti vorrà dire che non le avrete tagliate abbastanza sottilmente. Una volta fredde potrete servirle.

Involtini primavera: come prepararli

Oggi vi proponiamo la ricetta facile e veloce per preparare il famoso antipasto cinese conosciuto anche in Occidente, ovvero gli involtini primavera! Questi deliziosi antipasti sono formati da un croccante involucro che contiene un ripieno di verdure misto a carne insaporito con della salsa di soia.

Tuttavia esistono svariate versioni per preparare questo piatto: possiamo scegliere la variante solo vegetariana o con i gamberetti al posto della carne.

Vediamo quindi insieme come procedere alla preparazione!

involtini-primavera

Ingredienti per 8 involtini:

2 pizzichi di sale

70 gr di amido di mais

125 g di farina

350 ml di acqua

Per il ripieno:

150 g di carne di suino

100 gr di germogli di soia germogli

2 cipollotti

1 carota

90 gr di cavoli cinesi (tipo verza)

1 cucchiaio di olio di semi di arachide

1 costa di sedano una costa

2 cucchiai di salsa di soia

Per friggere:

Olio di semi di arachide

Preparazione:

Iniziamo setacciando la farina e l’amido di mais in una ciotola e aggiungiamo il sale e l’acqua mescolando il tutto fino ad ottenere una pastella uniforme. Successivamente lasciamo quindi riposare il composto per un’oretta. Per preparare il ripieno laviamo il sedano privandolo dei filamenti e tagliamolo a listarelle di circa 6 cm. Facciamo la stessa cosa con i cipollotti, le carote e la verza e tagliamo la carne a cubetti. In una padella (possibilmente wok) scaldiamo il cucchiaio d’olio di semi di arachide, aggiungiamo la carne rosolandola un pochino per poi aggiungere le carote, il sedano e i cipollotti. Condiamo il tutto con la salsa di soia e cuociamo per qualche minuto finché le verdure risulteranno cotte e croccanti. Come ultimo ingrediente aggiungiamo i germogli e il cavolo cinese che dovranno cuocere solo per pochi secondi, poi togliamo tutto dal fuoco e lasciamo raffreddare. Successivamente utilizziamo una padellina antiaderente, ungiamola con un po’ d’olio d’arachide e versiamoci un mestolo di pastella. Cerchiamo di preparare delle crepes sottili (devono essere quasi trasparenti) e dal diametro di circa 18 cm. Dopo aver esaurito tutta la pastella ci possiamo dedicare alla preparazione degli involtini: utilizziamo un cucchiaio di ripieno per ogni foglio, copriamolo con la pasta, ripieghiamo in seguito i lati destro e sinistro verso il centro e arrotoliamo dal basso verso l’alto. Per finire sigilliamo per bene il nostro involtino con un pennello intinto in acqua e farina. Scaldiamo abbondante olio di semi di arachidi nel wok e quando sarà caldo procediamo con la frittura degli involtini, facendo attenzione a farli dorare per bene su entrambi i lati. Quando saranno cotti possiamo estrarli dall’olio e metterli su abbondante carta assorbente…et voilà! Abbiamo preparato i nostri involtini primavera da abbinare con della salsa agrodolce!

Pane fatto in casa (con lievito madre)

Oggi andiamo a vedere come preparare il pane direttamente a casa nostra con il lievito madre. Questo ingrediente, che va a sostituire il classico lievito di birra, vanta una maggiore digeribilità e leggerezza a pietanza pronta per essere gustata.

Ricordiamoci però che prima di procedere con la preparazione del pane la sera precedente la pasta madre va rinfrescata (vedi istruzioni).

pane-lievito-madre
Ingredienti:
300 gr di farina tipo “0”
300 gr di farina tipo manitoba
200 gr di lievito madre
100 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio d’olio di oliva
1 pizzico di sale

Procedimento:

Innanzitutto è buona regola far lievitare l’impasto tutta la notte o al limite almeno 6/8 ore prima della preparazione.

Poi procediamo a setacciare le farine e a disporle sul piano di lavoro. Al centro delle farine metteremo poi la pasta madre e il sale, l’acqua e l’olio.
Dopodiché andremo ad impastare fino a raggiungere un impasto omogeneo ed elastico.
Poseremo poi l’impasto in una ciotola e lo lasceremo lievitare ad una temperatura non superiore ai 20°.
Non appena noteremo che l’impasto è considerevolmente aumentato di dimensione potremo dargli la forma che più ci piace lavorandolo ancora un po’ con le mani.
A questo punto lo lasceremo lievitare ancora un paio d’ore e poi inforneremo la nostra bella panotta a 200° per 5 minuti, poi a 180° per 20 minuti e poi a 160° per mezz’ora.

Dolcezze d’Abruzzo: i Bocconotti.

bocconotto

L’Abruzzo, gli uliveti, i Trabocchi e il buon cibo.

Oggi vogliamo darvi un assaggio delle sue tradizioni culinarie che per lo più affondano le proprie radici nelle abitudini montane e marinare.

Arrosticini, pallotte cace e ove, spaghetti alla chitarra e brodetti di pesce non sono le uniche specialità di questa bellissima regione.

Avete mai sentito parlare dei bocconotti?

Questo dolce tipico e irresistibile conquisterà i vostri palati e quello dei vostri ospiti.

Vediamo cosa occorre per prepararli.

 Per la frolla all’olio:

-250 g di farina tipo 00

-80 g di zucchero semolato

-un tuorlo

-130 ml di olio di oliva delicato

-2 cucchiai di marsala

-la scorza grattugiata di mezzo limone

Per il ripieno:

-100 g di cioccolato fondente

-250 ml di acqua

-100 g di zucchero semolato

-100 g di mandorle tostate

-un cucchiaino di caffè solubile

-2 tuorli d’uovo

-un pizzico di cannella

-zucchero a velo q.b.

Procedimento.

Cominciate preparando la frolla: in una terrina, mescolate insieme il tuorlo con lo zucchero, l’olio e la farina. Per ultimi aggiungete il marsala e il limone.

Lavorate quindi l’impasto fino ad ottenere una pagnotta omogenea e lasciatela riposare mezz’ora.

Nel frattempo dedicatevi al ripieno, quindi in un pentolino sciogliete lo zucchero nell’acqua e portatelo ad ebolizione, fino ad ottenere uno sciroppo.

Unite poi il cioccolato, le mandorle tostate e il caffé.

Togliete il composto dal fuoco e una volta che si sarà raffreddato aggiungete i tuorli e la cannella.

Rimettete tutto sul fuoco per altri 10 minuti.

Ora preparate i pirottini, rivestendoli con uno strato sottile di pasta frolla. Versateci poi, due cucchiai di ripieno.

Richiudete il bocconotto con un disco di pasta frolla, sigillate i bordi e infornate il tutto a 180° per mezz’ora.

Una volta cotti, lasciateli raffreddare e spolverizzateli con zucchero a velo.

Buon appetito!

Come preparare la marmellata di cipolle rosse

L’estate è la stagione delle marmellate, ma oggi ve ne proponiamo una davvero diversa dalle solite.
Dimenticatevi delle marmellate di pesche o albicocche, perché con questa ricetta potrete cimentarvi nella preparazione di una deliziosa marmellata di cipolle rosse.
Si tratta di una marmellata perfetta per essere abbinata a formaggi, carni o pesce. Si tratta infatti di una marmellata agrodolce, soprattutto se deciderete di utilizzare le cipolle rosse di Tropea.

marmellata di cipolle rosse di tropea

Ingredienti:
1,2 kg di cipolle di Tropea
200 ml di aceto di mele
250 gr di zucchero bianca
250 gr di zucchero di canna

Preparazione.
Per preparare la marmellata di cipolle rosse di Tropea iniziate eliminando lo strato più esterno della cipolla. Poi tagliatele per metà ed eliminate anche la parte interna colorata di verde. Una volta pulite, le cipolle peseranno circa un chilo.
A questo punto mettetele in una ciotola di vetro, con l’aceto. Mescolate e lasciate riposare per 4 ore, coprendo il recipiente. Mescolare ogni ora, e una volta trascorse queste quattro ore, aggiungere i due zuccheri, bianco e di canna, quindi lasciare riposare ancora quattro ore. Anche questa volta, non dimenticate di mescolare, una volta ogni ora.
Trascorso questo tempo, mettete tutto il composto dentro una pentola e fate cuocere a fiamma bassa, mescolando di tanto in tanto. Dopo 40 minuti controllate che la vostra marmellata sia fluida ma non acquosa. Se corrisponde a queste caratteristiche, spegnete.
Quindi mettetela in vasi ben puliti, che andranno chiusi con coperchi nuovi. Una volta fatto questo, capovolgeteli per auto-sterilizzarli. Una volta raffreddati, capovolgeteli. Assicuratevi che abbiano formato il vuoto. Se questo non fosse accaduto, sterilizzateli in pentola.

E voilà, la marmellata è pronta. Vi consigliamo di abbinarla a formaggi stagionati e saporiti, come il Parmigiano Reggiano, il pecorino o i formaggi di fossa, oppure se preferite la carne, alla selvaggina.